Annunci

Parte il «programma giovani», contributi al 50% per chi assume

 

 

Nuovo incentivo per chi assume giovani tra i 16 e i 29 anni di età, che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione (esclusa solo la Provincia Autonoma di Bolzano).

Sono stati stanziati 200 milioni di euro e il bonus è fruibile in 12 quote mensili a partire dalla data di assunzione del lavoratore e riguarda:

• il 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro nella misura massima di 4.030 euro annuali per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato (comprese le proroghe).

• la contribuzione previdenziale a carico dei datori di lavoro nella misura massima di 8.060 euro annuali per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato.

Un incentivo per le aziende che assumono

L'incentivo spetta da tutti i datori di lavoro privati che assumono personale senza esservi tenuti e spetta per l'assunzione di giovani che si registrano al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” (in breve “Programma Garanzia Giovani”). L'incentivo spetta per le assunzioni, anche a scopo di somministrazione, a tempo determinato di durata pari o superiore a sei mesi, e per quelle a tempo indeterminato, inclusi i rapporti di apprendistato professionalizzante.

La registrazione 
I giovani con i requisiti (età tra i 16 e i 29 anni non inseriti in un percorso di studi o formazione e disoccupati) devono dichiarare al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politiche attive del lavoro concordate con il centro per l'impiego.

Il funzionamento

Per essere certi di beneficiare del bonus, prima dell’assunzione il datore di lavoro può inoltrare all'Inps una domanda preliminare di ammissione all'incentivo, indicando:

• il lavoratore che intende assumere o ha assunto;
• la Regione e la Provincia di esecuzione della prestazione lavorativa;
• l'importo della retribuzione mensile media prevista o effettiva;
• l'aliquota contributiva datoriale.

I datori di lavoro potranno fruire dell'agevolazione preventivamente autorizzata dalle procedure telematiche mediante conguaglio a partire da aprile 2017.
 

 

Fonte: Il Sole 24 Ore

thumb

Indietro